"Il Ticinia ritorna in Seconda  dopo tre stagioni"

Il Presidente Ivano Cesco ed il Diesse Paolo Merli stilano il bilancio dell'annata appena conclusa

 

Il terzo tentativo è quello buono per l' A.S. TICINIA Robecchetto.

Dopo le due delusionipatite negli ultimi due campionati disputati, in cui la squadra non riusciva a vincere i play-off per passare alla categoria superiore, quest'anno finalmente gli spareggi hanno consentito al Ticinia di conquistarsi un posto per la Seconda Categoria per la stagione 2003/2004.

Due stagioni orsono, fu il Ravello a centrare la promozione tramite i play-off, mentre nello scorso campionato fu il Casorezzo dell' ex Carlo Bianchi a far masticare amaro Buso e compagni. Grande soddisfazione quindi all'interno della società e dello staff dirigenziale,come ci confermano le parole del presidente Ivano Cesco.

"Finalmente siamo riusciti a passare i play-off e sfatato una maledizione che ci vedeva comdannati a perderli - afferma scherzosamente  il presidente - Invece ora possiamo gioire e goderci questo momento di soddisfazione per aver raggiunto quell' obbiettivo che ci eravamo già fissati da alcuni anni".

Perchè quest'anno è stato invece possibile raggiungere la promozione?

"Credo - continua Cesco - che la forza della squadra sia stato l'inserimento dei giovani che insieme ai veterani, hanno fatto la differenza; è stato un ottimo assemblaggio tra esperienza ed entusiasmo".

Che ruolo ha avuto il Mister?

"Molto importante è stata la figura di Domenico Marrella, il quale ha diffuso tra i giocatori la necessaria tranquillità e la giusta dose di concentrazione e determinazione".

Se la sente di fare qualche previsione per il futuro?

"Sicuramente cercheremo di apportare quegli accorgimenti necessari alla squadra per poter disputare un campionato tranquillo e prendere le misure della nuova categoria, ben più impegnativa, e poi chissà che non si riesca tra qualche anno a proseguire la scalata cominciata in questa stagione".

Sulla stessa lunghezza d'onda anche le dichiarazioni del direttore sportivo Paolo Merli.

"Siamo stati promossi a pieni voti e adesso ci godiamo questo bellissimo momento, e poi nei prossimi giorni cominceremo ad impostare la nuova stagione, perchè sarebbe bello non fermarci a questo punto. Certo non sarà una passeggiata, ma credo che con i giusti inserimenti questa squadra possa essere già competitiva anche per la categoria superiore".

Qual'è stato il momento decisivo della stagione?

"Credo sia stato intorno a metà novembre, quando ci siamo resi conto che il girone era abbordabile, e che con l'inserimento nell'organico di un nuovo tecnico e di alcuni elementi, sarebbe stato possibile conquistare la zona play-off. Forse il Terrazzano ha espresso qualcosa in più nel corso del torneo, ma noi siamo arrivati meglio allo sprint finale al termine della stagione, e questo lo si è visto negli scontri diretti in cui abbiamolegittimato e conquistato meritatamente la vittoria degli spareggi, superando sul campo entrambe le nostre rivali".

Anche nel panorama giovanile la Ticinia, molto probabilmente, amplierà i propri schieramenti con l'inserimento di alcune nuove formazioni nelle categorie Juniores e Allievi. Queste categorie diventano importanti per dare continuità e rifornimento di giocatori giovani per la Prima squadra. Perciò appuntamento a settembre per la presentazione della nuova squadra ed il via al nuovo campionato.