IL FUTURO DEL CALCIO PER ROBECCHETTO

Il successo della Ticinia 150 bambini in campo

L'analisi del vicepresidente: "C'è più qualità"

Se la prima squadra della Ticinia di Robecchetto, sta dicendo la sua nel girone N di Seconda categoria, le categorie giovanili non sono da meno e per la stagione 2004-2005, presentano otto formazioni nei diversi gironi.

Si comincia con la Juniores, costruita per essere e divenire il serbatoio della squadra maggiore, poi si prosegue con Allievi 1988/89, Giovanissimi '90/91, Esordienti 1993, Pulcini 1994, Pulcini 1995 (foto dell'articolo), Pulcini 1996 e scuola calcio dei 'Piccoli Amici'.

Complessivamente orbitano circa 150 ragazzi intorno al mondo Ticinia. La realtà sportiva di Robecchetto ci è stata illustrata dal vice presidente, Gilberto Frati: " Quest'anno abbiamo cercato di formare le squadre nel modo migliore possibile, rispetto ai campionati passati il numero è leggermente diminuito, perchè abbiamo privilegiato la qualità sulla quantità. Infatti tutte le squadre sono più complete e più competitive se paragonate a quelle della stagione scorsa. Il nostro obiettivo è quello di far crescere i ragazzi non solo dal punto di vista tecnico, ma anche umano e della personalità, senza però trascurare il lato ludico dell'attività, perchè è molto importante che i ragazzi si affaccino a questo gioco per divertirsi.

Certo le richieste nei loro confronti ci sono e aumentano in proporzione all'età, ma resta il fatto che l'importante è che imparino a crescere in gruppo e giochino per passione".

A coordinare le varie formazioni sono i dirigenti Gilberto Frati e Francesco Castiglioni; con loro 'lavorano sul campo' diversi allenatori:

Cesare Puricelli (Juniores) - Robercarlo Bottini (Allievi) - Maurizio Boldrini (Giovanissimi) - Angelo Bolognesi (Esordienti) - Davide Garavaglia (Pulcini '94) - Maurizio Belleri (Pulcini '95) - Gianmarco Paccagnini (Pulcini'96) e Giorgio Parini (Piccoli Amici).