Nel recupero poche emozioni, Turbighese e Ticinia si accontentano di un punto a testa

Quando il pari è d'obbligo

Recuperi settimanali, in alto le mani. Con il pari a reti bianche tra Turbighese e Ticinia sono ben tre gli 0-0 in questa settimana di recuperi, su un totale di dodici gare disputate. Quasi che fosse un girone di ferro dell'Eccellenza.

Nel suggestivo impianto di via Plati il gioco non manaca, le occasioni nemmeno, ma ci si mettono due ottime difese a rovinare la festa ai goleador dei rispettivi undici. Pecca per gli ospiti. Manca il faro di centrocampo Davide Crivelli, dopo l'espulsione rimediata settimana scorsa, sull'infausto campo dell'Arconatese. Gioco mediano rarefatto dunque per gli ospiti, che non trovano in Garavaglia e Stefano Danesi l'apporto necessario per rendersi pericolosi nei pressi di Ruffiato. Senza ovviamente dimenticarsi di due occasionissime, una per parte, entrambe imprecise. Prima Bendriouch e poi Zanellato falliscono da pochi passi. Sono tre gli acuti negli ultimi dieci minuti del primo tempo con cui gli ospiti vanno ancora vicini al gol. Garavaglia dal limite tira non troppo convinto, anche se la sfera lambisce il palo esterno, dietro l'attenta supervisione di Ruffato. Una punizione alta di Cesco e un tiro a lato di Erpa completano il quadro.

Il secondo tempo è molto più tranquillo. Non nel senso della foga, ma nel senso delle occasioni che le rispettive compagini riescono a creare. Daniele Danesi, dopo pochi attimi dal suo ingresso in campo, si avventa puntuale su di uno spiovente dalla trequarti, ma la sua conclusione si spegne a lato. Acque tranquille come quelle di uno stagno, le zattere presiedute da Mauro e Cereda non cedono di una virgola. E così si conclude a reti bianche la sfida "pacata" tra Turbighese e Ticinia.

Boldrini a fine gara rimpiange di non aver avuto a disposizione il capitano regista: "Mancandoci Crivelli il nostro gioco a centrocampo era bloccato. Penso che alla fine ci siamo annullati a vicenda".

Anche Griffanti è di buon umore: "Il risultato di oggi mi rende soddisfatto perchè ripenso a tutto quello fatto finora. La qualità che ci manca è la precisione in fase conclusiva".

Foto sul giornale di Alberto Cesco. Inseriti nell'11 All Stars Mauro e Torcasio.