TICINIA ROBECCHETTO - ROBUR LEGNANO 2-2

Robecchetto, 29 settembre 2008.

Due punti buttati al vento dal Ticinia nello scontro con la Robur Legnano disputatosi sabato pomeriggio tra le mura amiche.

Ticinia con il solito modulo: 4 difensori, due incontristi, tre mezze punte ed un attaccante centrale.

Partono bene i biancoblù, con il quartetto Torretta- Rizzi-Jasenko-De Pace a menare le danze per 30 minuti. Trenta minuti in cui il Ticinia colleziona due reti (Rizzi al 15’ e Torretta al 20’), una traversa (De Pace su punizione al 25’), e altre azioni pericolose, con Jasenko (alto da buona posizione), Cardani (che da fuori chiama all’intervento il portiere avversario).

Dietro, guidati da un efficace Ardito, il Ticinia si difende senza troppi affanni. L’unico tiro nello specchio della porta si trasforma in rete: punizione dai 25 metri e palla all’angolino.  Il secondo tempo si apre con il Ticinia più timoroso ed i legnanesi che prendono fiducia.

Le occasioni capitano però solo da calci piazzati: sugli sviluppi di un primo angolo, la Robur colpisce il palo a Corrioni battuto. Passano dieci minuti e sugli sviluppi di una punizione concessa generosamente dall’arbitro arriva il gol, con colpo di testa del numero 11 avversario dal centro dell’area di rigore.

Il Ticinia si risveglia: gioca 20 minuti di buon calcio ma prima De Pace manda a lato da buona posizione, poi Jasenko a tu per tu con il portiere spedisce fuori. L’ultima grande occasione è per Torretta: punizione dalla sinistra di De Pace e tocco sottoporta che finisce alto.

Buona gara degli uomini di Vismara attenti per 90 minuti salvo che in due circostanze, una delle quali è costata il gol. Il calcio fatto di episodi, questa volta ha condannato i biancoblù, dopo averli forse eccessivamente premiati sette giorni prima.

L’appuntamento è per le ore 17:00 a Marcallo sabato 4 ottobre.

 

da www.vismasport.tk